.
Annunci online

 
annarusselli 
...tenho em mim todos os sonhos do mundo...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Annuzza International ;)
I video di Annuzza
CGIL
Nidil CGIL
Medici Senza Frontiere
National Geographic
Google Earth
Santa Cruz, California
RssPress.it
The Cloud Appreciation Society
Jazz - William Claxton
Trane
Saint John Coltrane
Lady Day
Bird lives!
Filosofia.it
Jazz Pics from the Golden Age
Emsf
Filosofico
Il sito di Giuliooo!!!
Alestramba
Antonio Cimadomo
Artarie
Astronik
il Caf
Calibano
Catepol 3.0
Distratta di professione
G.G.
Giò
Il_TraTto
MaPi
Piedistalli Blog
Radiopalomar
RedHome77
Rafial, io gli altri e il cinema
Sergio Ragone
skizzoLAB
Sir Drake
TraCieloEMandarini
Viler Ola
VitoCola
  cerca

www.flickr.com
Elementi di anna.russelli Vai all'album di anna.russelli


BubbleShare: Share photos - Nosara Surfing

BubbleShare: Share photos - Powered by BubbleShare
BubbleShare: Share photos - Play some Online Games.





oh non ti dare arie
di superiorità.


solo uno sguardo io vidi degno di questa.
era un bambino annoiato in una festa.
(sandro penna)


bacio che sopporti il peso della mia anima breve in te il mondo del mio discorso diventa suono e paura. (alda merini)

"Per quanto tu possa camminare, e neppure percorrendo intera la via, tu potresti mai trovare i confini dell'anima:
cosi profondo è il suo lògos." (Eraclito-V sec. a.C.)


Image, Source: published print (The Golden Age of Jazz, Pomegranate Artbooks)



O demone in un attimo mi porti lontano verso di lui che crudelmente mi bacia in cerca di una avventura. (Alda Merini)

Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare
mi porto un po' della tua ghiaia
un po' del tuo sale azzurro
un po' della tua infinità
e un pochino della tua luce e della tua infelicità.
Ci hai saputo dir molte cose sul tuo destino di mare
eccoci con un po' più di speranza
eccoci con un po' più di saggezza
e ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare. (N. Hikmet)


Locations of visitors to this page

Vivo sonhando, sonhando mil horas sem fim
Tempo em que vou perguntando, se gostas de mim
Tempo de falar em estrelas,
Falar de um mar, de um céu assim
Falar do bem que se tem mas você não vem, não vem
Você não vindo, não vindo a vida tem fim
Gente que passa sorrindo zombando de mim
E eu a falar em estrelas,mar, amor, luar
Pobre de mim que só sei te amar... (Joao Gilberto)


There is a solitude of space
A solitude of sea
A solitude of death, but these Society shall be Compared with that profounder site
That polar privacy
A soul admitted to itself
Finite infinity. (Emily Dickinson)


Questo blog non è un essemmesse!

Cançao do mar

Fui bailar no meu batel
Além do mar cruel
E o mar bramindo
Diz que eu fui roubar
A luz sem par
Do teu olhar tão lindo

Vem saber se o mar terá razão
Vem cá ver bailar meu coração

Se eu bailar no meu batel
Não vou ao mar cruel
E nem lhe digo aonde eu fui cantar
Sorrir, bailar, viver, sonhar...contigo


javascript hit counter


 

Diario | Pics | Il Rospo | Big Sea |
 
Diario
1visite.

18 maggio 2009

Eventi pre elettorali nell'era-berlusconiana

Il voto, oggi, non è più un diritto e nemmeno un dovere; e nemmeno, come ai "bei" vecchi tempi della DC, uno strumento per ottenere "il favore"...
no. Il voto, oggi, è una "cortesia", una gentilezza che l'elettore ha la possibilità di esercitare nei confronti di questo o quel candidato. Dai votami, così divento famoso. Dai, votami, così, se esco, il capolista mi trova il lavoro. Dai votami, 'chè so'na bella figliola. Dai votami, che ti costa?
esco di casa in incognito... viale dante è la via dei comitati elettorali, costituiti e non...
800 candidati in una città di poco più di 70000 abitanti...
si sono candidati tutti, ovunque...
amici di scuola e ex fidanzati preistorici di cui da lungo tempo uno aveva dimenticato pure le fattezze, ti puntano da 5-600 metri di distanza, sfoderano un sorriso sgargiante e ti vengono incontro a braccia aperte: "carissima!!!" "bellezza mia!!!", ecc.ecc.
da un lato, la massa informe dei "dilettanti" della politica, i candidati per caso, in cui c'è di tutto, per tutti i gusti; gli a-coscienti, politicamente parlando, per cui la candidatura diventa un tentativo di
 mobilità sociale, di acquisizione di un posto nel mondo-lo stesso che la società dovrebbe consentire attraverso i normali percorsi (studio-lavoro-spazi sociali) e che in realtà non consente, perchè BLOCCATA, si tenta di raggiungerlo allora tramite "altre vie";
e allora, come la tv dei reality, la "candidatura" diventa "un modo per farcela", per diventare qualcuno...
e così, la politica, da "arte di governo della città" si trasforma in contenitore di ambizioni negate per chi in realtà di politica sa ben poco e tantomeno ha voglia di sapere...

dall'altro lato, i professionisti della politica: freddi, inamovibili, ghignanti, disinvoltamente trasformisti - loro sanno quel che fanno - e come fossero un unico con mille volti, esprimono sempre una sola cosa: IL POTERE PER IL POTERE.

In tutto questo, naturalmente, verrebbe voglia di non andare a votare. Ma sinceramente non credo sia la strada giusta. Cercherò bene, tra quegli ottocento candidati, qualcuno che credo possa meritare fiducia. Ci sarà di sicuro. E amaramente, so, che quel qualcuno conterà ben poco, anzi nulla; come so che in politica chi fa "protesta per la protesta" o "testimonianza" non fa praticamente NULLA. Tuttavia, è il compromesso più dignitoso che riesco a trovare con me stessa, sperando che passi in fretta, questo tempo.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da annarusselli il 18/5/2009 alle 9:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

14 ottobre 2008

Liquidità

...ma quanto è dura l'egemonia nell'era liquida?
ovvero, l'esercizio dell'egemonia, che è alla base di qualsiasi attività politica - che ci piaccia o no!
insomma, oggi tutto si disfa, si sforma, si scompone, si rinnova, si muove alla velocità - se non della luce - almeno del suono...
quanti studiosi hanno evidenziato l'instabilità e la corrosione del carattere come caratteristica specifica dell'uomo "globale"...
e quanto la verifico ogni giorno questa cosa!  parlare ai lavoratori è diventato veramente difficile - il terreno su cui ognuno di noi costruisce la propria esistenza è sempre più franoso, con tutto ciò che ne consegue!
...che fare?

p.s. ma che meraviglia di città è Matera! ieri ho fatto una stupenda passeggiata nei sassi al chiar di luna - - - surreale e magico...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica vita liquida

permalink | inviato da annarusselli il 14/10/2008 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 settembre 2008

Stelle Danzanti

...ritorno a voi, dopo un periodo di molto caos dentro e molto silenzio fuori...
settembre ha bruscamente tagliato la coda a un'estate calda e secca e ci riversa già addosso grigiore e freddo...
Millina affronta il suo primo trauma: la scuola materna... e la cosa non le piace affatto, almeno per ora...
io l'estate, invece, ce l'ho ancora tutta addosso: mare, vento, e caldo -  due sabati fa, prima che calasse il freddo, era in effetti ancora piena - abbiamo tentato con Emid. una veleggiata in derivetta nel golfo di Sapri, ma il vento ci ha prima accarezzato e spinto al largo e poi ci ha confinato in una pozza di bonaccia dalla quale siamo usciti dopo un'ora e mezza di sofferente attesa...

...nel bombardamento mediatico a cui siamo sottoposti e che ogni tanto, semplicemente, stanca, ho seguito volentieri il duello Obama Mc-Cain: in America, la politica è ancora una cosa appassionante...
... qui da noi, invece, mi colpiscono gli orrori che emergono quotidianamente dalla cronaca - il ragazzetto nero ucciso a bastonate a Milano per aver forse rubato dei biscotti...

ci si chiede se siano cose sempre successe e magari non ci sia solo una morbosità dei media a riguardo... no, non credo - credo invece che siano - insieme a tanti altri - segni emblematici  e preoccupanti del mondo in cui viviamo...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica razzismo silenzio milla

permalink | inviato da annarusselli il 17/9/2008 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

28 luglio 2008

la Fine?

...ho sentito un magone ieri, guardando le immagini del congresso di Rifondazione...
perchè a prescindere dal merito, ieri si è consumata una pagina drammatica della storia politica italiana. Eccessivo? Non credo.
un partito che è arrivato, nei suoi anni migliori, a sfiorare il 10 per cento dei consensi non meritava quest'epilogo...
anzichè fermarsi a trovare il modo di ripartire, i suoi iscritti hanno seguito un'altra strada - quella, tipica, del regolamento dei conti tra chi ha sostenuto il Progetto della Sinistra L'Arcobaleno e chi, invece, voleva Rifondazione "sola".
Ovviamente, in questi casi, conta poco chi vince... è stata sancita una frattura che - in questo momento - non è altro che una caduta ulteriore: un po' come se due naufraghi in mezzo all'oceano, anziche tentare di collaborare per trovare la via della salvezza, si azzuffassero tra loro per decidere la direzione.
Personalmente, aggiungo, che la "via" indicata da Ferrero mi sembra la strada sicura verso la disfatta definitiva. Come se la storia non avesse insegnato che in momenti difficili è importante non opporsi o irrigidirsi, ma andare incontro ai cambiamenti per cercare di non esserne schiacciati...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da annarusselli il 28/7/2008 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

16 luglio 2008

Globalizzati

...davanti a una birra, si parlava ieri sera con sergio di come la politica sia "impantanata" e incapace, ormai, di elaborazione-tutta concentrata, invece, sulla navigazione a vista con il solo obiettivo di tenere ben stretto il potere, unica certezza...
il mondo occidentale è in preda a una crisi drammatica: negli Stati Uniti i risparmiatori fanno la fila dinanzia alle banche per ritirare i risparmi, mentre qui da noi c'è solo da scegliere, a voler parlar di problemi...
...l'Autorithy lancia l'allarme "social network" -  Internet e le nuove tecnologie sembrano essere diventate il più solido punto di riferimento per le nuove generazioni - un mare aperto, praticamente. Si salvi chi non ha bussola.
Non condivido la cultura NO Global, per il semplice fatto che la Globalizzazione è un processo storico contro il quale non si può opporre un semplice dissenso idelogico.
Questi sono gli anni veri della Globalizzazione: esplode ai nostri giorni e si riversa su di noi "comuni mortali", drammaticamente. I migranti premono alle nostre porte, sempre più disperati e disposti a ogni cosa per sfuggire a una vita segnata.
La corruzione vige ovunque. E non è necessariamente di tangenti o simili, ma è corruzione culturale: qlla che ti fa pensare che ogni diritto è ormai privilegio e per averlo devi cercare aiuto. Lavoro in un'azienda privata che svolge servizi per una Pubblica Amministrazione. Concorsi non se ne vedono, ma assunzioni a tempo si: progettisti, collaboratori, consulenti - e non esagero dicendo: centinaia.
Costruzione del consenso. Migliaia di preferenze non sono mai un caso: o nel bene, o nel male.
 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da annarusselli il 16/7/2008 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

3 luglio 2008

mal di Terra

Ingrid Betancourt liberata, la politica italiana ritornata di qualche mese indietro (fallimento di uolter su tutta la linea?)...
ma, soprattutto, la schedatura dei piccoli ROM - sono i fatti che mi accolgono al rientro...
mi colpisce tanto, quest'ultima, perchè molto significativa della cultura in cui siamo immersi... non temo una nuova shoah, no... non è questo il punto... il punto vero è che la nostra società è talmente disfatta e spappolata, da un punto di vista culturale (non nel senso umanistico, ma nel senso antropologico), che emergono inquietanti Mostri, passando come opinioni tra le tante...
una politica IMPOTENTE di fronte agli sconvolgimenti globali, ad una società che è gia multietnica e multiculturale - che lo si voglia o no, che si sia d'accordo o no - reagisce, come sempre accade storicamente, alimentando la paura che infiamma le viscere di ogni cittadino comune, di destra o di sinistra...

a parte questo, faccio gli auguri alla mia amata Pulce, che oggi compie 23 splendide primavere...
stellina, buon compleanno!


16 maggio 2008

...chi bada alle badanti?

...da qualche anno le vediamo in giro abbastanza numerose anche a Potenza; si raggruppano nel fine settimana in giro... viale Dante, Parco Montereale... capelli e occhi chiari, curate nell'aspetto, accenti slavi...
chi di noi non ne ha avuto bisogno almeno per un genitore/nonno o altra persona non autosufficiente? sono brave e "convenienti"... in cambio dell'ospitalità e di uno stipendio appena decente si occupano del lavoro di cura...
diciamo la verità: le badanti tengono il peso di gran parte del lavoro di assistenza sociale agli anziani: sono - nei fatti - una parte dello Stato Sociale. A buon mercato.
Eppure, per Roberto Castelli, ieri ospite ad Anno Zero, il problema resta la clandestinità delle stesse. Chi di loro non ha il permesso di soggiorno, ha affermato il solerte ex-ministro- deve tornarsene nel paese d'origine, chiedere il permesso lì e ritornare solo una volta effettuata la "regolarizzazione"; il tutto a spese dell'anziano/datore di lavoro.
IPOCRISIA e DISONESTA' intellettuale sembra troppo? Non credo.  Ma non solo. IDEOLOGIA. Squisitamente di destra, questa volta. Come con l'aborto, la droga, le prostitute: i fenomeni esistono? Non importa, ciò che conta è che non ci rompano le palle.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica badanti

permalink | inviato da annarusselli il 16/5/2008 alle 9:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

9 maggio 2008

Voci da dentro

...agghiacciante, quella voce... la voce di moretti al telefono, fredda, perentoria, che comunica alla Questura in quale luogo si sarebbe ritrovato il corpo del povero Aldo Moro...
di quel giorno ho un ricordo sbiadito, di anni ne avevo sei... ma è una di quelle cose che restano nella memoria, non si sa perchè, come impresse a fuoco...

ricordo la tragedia viva percepita nei volti dei miei familiari che guardavano la tv e ascoltavano stravolti... la mia è stata una famiglia in cui la politica era argomento "occasionale" e di poca dimestichezza... e la tragedia era soprattutto quella di un Uomo, dell'uomo Aldo Moro...

ricordo di aver riletto tanti anni dopo l'intervista di Rossana Rossanda a Mario Moretti, in cui si ripercorrono quei giorni, quegli anni tragici... quel libro mi sconvolse perchè leggevo tanti anni dopo ancora un cinismo, una freddezza, una mancanza assoluta di rispetto per la vita umana, quella che si legge SEMPRE nei tanti fascismi, di destra e di sinistra...

Karl Kraus, grande giornalista, uomo libero come pochi, diceva che
il male non cresce mai così bene come quando ha un ideale davanti a sé. .

5 maggio 2008

Aridatece Maxx(e)

Mentre il genio strateggico di Uolter elabora la strateggia per l’ultima definitiva disfatta (le europee e quant’altro è rimasto da perdere), una voce spettrale si aggira per le stanze del PD: è l’eco della voce di Max D’Alema che - dai microfoni di Lucia Annunziata – afferma: con il 33% non si può pensare di essere autosufficienti; occorre lavorare a ricostruire le alleanze. :O

E mette in guardie da tentazioni veltrusconiste: con questa destra non si può dialogare, hanno un’idea padronale delle istituzioni (e cita l’esperienza negativa della bicamerale).

Insomma, D’Alema  - voce del PD – esterna pubblicamente. Il che, in parole povere vuol dire: fermate Uolter prima del disastro finale. Non credo sia troppo affermare che  il suo intervento è quanto meno significativo ed inserisce un elemento di forte riflessione nel dibattito interno al PD (oltre a far tremare i polsi a uolter).

Per quanto riguarda la Sinistra, credo sarebbe un errore ricominciare dallo stato precedente alle elezioni. L’unico modo per governare una realtà complessa come quella odierna è lavorare alla mediazione, all’unità. La si chiami come si vuole, ma il modo certo per distruggere definitivamente la Sinistra è riaggregare i partitini: ci vuole uno sforzo di coraggio ulteriore per avviare di nuovo un processo di unità.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica uolter dalema bipartitismo

permalink | inviato da annarusselli il 5/5/2008 alle 16:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

2 maggio 2008

Appunti sulla crisi...

...ho letto ieri l'analisi di Ingrao su L'Unità rispetto ai risultati del voto e non posso che condividerla in pieno: una sconfitta della sinistra consumatasi sull'ondata xenofoba che la destra ha cavalcato alla grande e sulle divisioni tra PD e sinistra cosiddetta radicale...
intanto, dopo il partecipato 1° maggio in Val d'Agri, mi interrogo sul futuro del sindacato, della CGIL in particolare... Tito Boeri su Repubblica parla di una grave crisi della rappresentanza sindacale...
io ho sentito dirigenti nazionali affermare invece che la CGIL è in ottima salute...
la verità dove sta?
probabilmente nel mezzo... mi piacerebbe riflettere a lungo su questa cosa...
vi racconto la mia esperienza qual'è, e spero di poterlo fare in maniera adeguata...
comincio, intanto da una riflessione: un motivo sicuramente importante delle difficoltà in cui versa il sindacato è che il terreno su cui dovrebbe metter radici è divenuto estremamente mobile... io non credo affatto che questa, come molti dicono, sia la società dell'individualismo: è la società della SOLITUDINE dell'individuo, che è cosa ben diversa...
...sui luoghi di lavoro la presenza del sindacato è ancora importante e reale... ma la precarietà e la frammentazione del lavoro non aiutano...
alla prossima puntata...



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sindacato lavoro politica

permalink | inviato da annarusselli il 2/5/2008 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        ottobre